AurelioToday

Montespaccato: indagato per omicidio colposo l'autista che ha investito Nuria

Lunedì scorso l'incidente in via di Cornelia. Dall'esame tossicologico è emerso che l'autista guidava il mezzo "in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti. Ora è indagato per omicidio colposo

E' indagato per omicidio colposo l'autista dell'autobus 985 della Tevere Tpl che lunedì scorso ha investito e ucciso la giovane ecuadoriana Nuria Melissa Moreira Saltos. All'uomo, 45enne, viene contestato il reato all'articolo 187 del codice della strada ovvero "guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti".

Ad iscrivere l'autista, 45enne, sul registro degli indagati per i reati sopra citati, è stato, come comunicato dall'avvocato della famiglia della vittima, Paola Zangrilli, il pubblico ministero Francesco Minisci. Il mezzo è stato sottoposto a sequestro per una perizia che accerti cosa sia realmente successo in via Cornelia. Molte infatti le versioni apparse sui giornali, tutte o quasi smentite dall'avvocato Zangrilli, raggiunto telefonicamente da RomaToday: "Ho letto che la ragazza avrebbe avuto un malore e che addirittura sarebbe caduta da un muretto. Io posso solo dire con certezza che la ragazza è scesa dall'autobus sana. Cosa sia successo dopo lo stanno accertando le indagini".

  Nel 2009 su 1529 test effettuati 19 hanno dato esito positivo  

Al momento l'agenzia per la mobilità smentisce che l'autista sia risultato positivo. In una nota spiega: "La società comunica di non aver avuto comunicazioni ufficiali sull'esito del primo esame eseguito subito dopo l'incidente. La Tevere Tpl comunica altresì di aver proceduto, secondo la prassi aziendale, a sottoporre l'autista a due approfonditi esami in successione che hanno dato esito negativo. Come esito negativo avevano dato le visite specialistiche con narcotest effettuate all'interno dei controlli periodici stabiliti dall'azienda. Ulteriori esami sono in corso e serviranno a definire un quadro di maggiori certezze. Fermo restando che tutto ciò vuol essere un contributo agli accertamenti da parte della magistratura,l'azienda assicura fin da ora adeguati provvedimenti qualora vengano confermate responsabilità".

LA DINAMICA - La ragazza, secondo le informazioni certe raccolte, è stata infatti investita dopo essere scesa dall'autobus con la cuginetta di 12 anni che era andata a prendere a scuola come faceva ogni giorno. L'esatta dinamica però è al momento in via d'accertamento. A parlare di malore è stato l'autista. L'avvocato Zangrilli ha fatto sapere che la famiglia si costituirà parte civile. La 24enne sarà sepolta in Ecuador. La salma sarà messa a disposizione mercoledì prossimo, una settimana dopo l'autopsia.

IL COMMENTO - Il capogruppo Udc in Campidoglio, Alessandro Onorato ha dichiarato che "l'incidente di via Cornelia dimostra l'assenza di un controllo capillare sui conducenti. Ribadisco ancora una volta la necessità di attivarlo immediatamente per la salvaguardia di tutti i cittadini".

"Allo stesso tempo", prosegue Onorato, "è doveroso emarginare una minoranza che può gettare discredito su tutta una categoria di professionisti che ogni giorno sono al servizio di tanti romani e turisti. È giunta l'ora che la Giunta Alemanno si svegli dal torpore primaverile e si attivi immediatamente per garantire sicurezza e garanzie ai cittadini. Che altro dobbiamo aspettare?".

I CONTROLLI - Sui controlli l'Agenzia per la mobilità spiega: "Rispetto ai controlli periodici del personale effettuati in ossequio ai protocolli stabiliti per decreto legge risulta che nel 2009 su 1529 test effettuati 19 hanno dato esito positivo. In seguito a ciò tre dipendenti si sono dimessi e 16 sono stati avviati al Sert per la procedura di riabilitazione prevista dalla legge. Nel 2010 su 440 controlli sono risultati positivi 4 dipendenti. La procedura adottata prevede un modalità casuale di somministrazione dei controlli con una sola ora di preavviso".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente via Cassia: bus contro un albero, ambulanze sul posto. Ventinove feriti

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento