AurelioToday

Parcheggio Cornelia: da vanto tecnologico a opera fantasma "da 50milioni di euro"

Inaugurato nel 2001 e chiuso definitivamente nel 2006, il parking di piazza Giureconsulti è un monumento al degrado: nel caos del quadrante 650 posti auto restano vuoti

Inaugurato nel 2001 e, dopo due vani tentativi di farlo funzionare, chiuso definitivamente nel 2006. Così da ben 13 anni il Parcheggio Cornelia , quello in piazza Giureconsulti, è un vero e proprio monumento al degrado. 

Parcheggio Cornelia: opera fantasma dal 2001

L'ennesima opera fantasma della Capitale: una vera e propria beffa per quel quadrante della città che, tra metro, attività commerciali e strutture sanitarie, l'IDI tra tutte, avrebbe un gran bisogno di posti auto. Ben 650 quelli inizialmente previsti nel Parcheggio Cornelia: sette piani interrati sbarrati da anni, per lungo tempo trasformati in discarica e dormitorio. Alla faccia di quei 50milioni di euro spesi affinchè il parking di Cornelia fosse anche un'avanguardia tecnologica. 

Parcheggio Cornelia: tecnologia contro 

Forse troppo. Si perchè il rimessaggio automatizzato delle auto si è rivelato un boomerang: troppo lenti i bracci che avrebbero dovuto collocare le vetture nei box, alcuni dei quali addirittura troppo bassi o corti per ospitare alcune tipologie di auto. Ingorghi in superficie e il timore che un eventuale guasto elettrico avrebbe potuto far rimanere intrappolati i mezzi anche per ore. 

A Cornelia il parcheggio abbandonato è discarica e dormitorio

Negli anni anche il tentativo di convertirlo in parcheggio classico: nulla da fare. Il Parcheggio Cornelia giace ancora li: vuoto e abbandonato. "E’ indispensabile individuare subito una soluzione definitiva all’annosa questione del parcheggio di scambio di piazza Giureconsulti, costato oltre 50 milioni di  euro e ridotto a discarica abusiva oltre che ricettacolo di sbandati" - ha scritto in una nota Rachele Mussolini, consigliere comunale della lista civica Con Giorgia che sulla questione ha presentato un'interrogazione a Sindaco e Giunta per sapere quali provvedimenti intendano intraprendere "in modo da mettere fine allo stato di abbandono e degrado totale nel quale versa quest’opera pubblica".

L'interrogazione alla Sindaca: "Mobilità non si risolve con funivie"

Un parcheggio nevralgico per Cornelia: una zona che soffrendo pesantemente la carenza di parcheggi e aree di sosta ne avrebbe tratto una serie di benefici. "Una cosa è sicura: con questa operazione - attacca Mussolini - sono stati gettati alle ortiche soldi pubblici. A maggior ragione, quindi, non è pensabile rimanere nell’immobilismo o crogiolarsi in attesa di fantomatiche ciclabili o funivie che risolvano il problema della mobilità di quanti abitano in questo come in altri quadranti cittadini". 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento