AurelioToday

Luca Tommassini torna alla Pineta Sacchetti, dedicato un murale al coreografo

Il neo direttore artistico di Amici: "Verrò al più presto a vederlo"

Il murale dedicato a Luca Tommassini

Qualcuno direbbe che la vita è un cerchio. Altri potrebbero canticchiare “certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano”. Comunque la si pensi, resta il fatto che le radici, quelle vere, non si spezzano. Un motivo che ha spinto David Pompili - nell'ambito del progetto artistico di Pinacci Nostri, collettivo che intende valorizzare l'area nord ovest della Capitale - a realizzare un murale dedicato a Luca Tommassini, ballerino e coreografo, nuovo direttore artistico di Amici, talent show condotto da Maria De Filippi. Pompili, residente a Boccea, tra venerdì e sabato 19 febbraio ha pennellato l’opera a suon di stencil e bombolette spray in via Clemente III, zona Pineta Sacchetti, sul muro dell’ex cinema Colorado. Un luogo, questo, che a un certo punto del proprio percorso mise da parte le pellicole per dare spazio alla danza con la scuola Studio 1, dove proprio Tommassini ha mosso i suoi primi passi. 

Il commento su Facebook di Luca Tommassini

A rendere la novità più dolce è stato il commento sui social di Luca Tommassini: “Verrò al più presto a vederlo”. Inevitabilmente quel giorno - ancora non c’è una data - sarà organizzata una festa. E l’occasione, chissà, potrebbe essere propizia per una riapertura col botto dell’ex Cinema Colorado, un progetto sul quale Pinacci Nostri sta lavorando dallo scorso anno. La saracinesca ha riaperto lo scorso maggio per due giorni di eventi. Poi il colpo di scena: la proprietà ha messo in vendita gli spazi. Da qui la trattativa per raggiungere un accordo. Trattativa che ancora va avanti all’insegna del “cauto ottimismo”.

luca tommassini-2

L'idea del murale

Tornando al murale, l’idea ha puntato molto sull’identità del quartiere. Un “omaggio doveroso” hanno evidenziato da Pinacci “che è stato trascinato dai cittadini della Pineta Sacchetti. Le vernici, infatti, sono state acquistate attraverso una colletta popolare, che ha percorso l’asse Boccea-Piazza Pio IX. Un grazie particolare va anche a Carlo Gori e Maila Cossidente per il supporto logistico”

murale tommassini-2

Un murale dal fattore T

“C’è stata una conversazione su Facebook, all’inizio Tommassini pensava si trattasse di un rendering (immagine digitale) – ha confessato David Pompili a RomaToday – invece gli ho detto che il dipinto sul muro esiste davvero. Sono contento che abbia apprezzato. La street art, per come la vedo e la vivo, ha il compito di esaltare determinati luoghi, come per esempio l’ex cinema Colorado poi diventato Studio 1. E deve essere uno strumento di conoscenza per i ragazzi. Ho scelto come colori il giallo, il bianco, il rosso e il nero perché sono tonalità utilizzate nello spettacolo. E poi c’è il protagonista, Luca Tommassini, con il piede poggiato sul fascione, per il indicare il salto verso il successo. Grazie, soprattutto, al talento. O come dice lui, al fattore T”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

Torna su
RomaToday è in caricamento